Decreto “Cura Italia” e le novità su Rc Auto

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17 marzo 2020 è entrato immediatamente in vigore il Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18  “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” più noto come “Decreto Cura Italia”.

Il Decreto “Cura Italia” prevede, tra l’altro, anche significative novità nel Rc Auto, salvo innovazioni e/o modifiche in sede di conversione in legge in Parlamento, valide per tale periodo di emergenza sanitaria nazionale e comunque fino al 31 Luglio 2020, vediamo quali.

Innanzitutto l’art.125 del suddetto decreto prevede l’allungamento del cosiddetto periodo di mora dei contratti assicurativi Rc Auto portandoli dagli attuali 15 a 30 giorni.

Pertanto, se fino ad oggi il contratto assicurativo Rc Auto aveva un periodo di ultrattività, alla data di naturale scadenza, di ulteriori 15 giorni, con il decreto “Cura Italia” tale periodo viene prolungato a 30 giorni durante i quali l’assicurato potrà scegliere se rinnovare l’assicurazione con la vecchia compagnia (con decorrenza dal giorno della scadenza naturale della polizza) o contrarre un nuovo contratto assicurativo con una nuova compagnia assicurativa che decorrerà dal momento dell’effettivo stipula della polizza assicurativa Rc Auto.

Di conseguenza, in quest’ultimo caso, gli eventuali sinistri che dovessero verificarsi nel periodo intercorrente tra la scadenza della vecchia copertura assicurativa e l’attivazione della polizza con una nuova compagnia assicurativa, purché occorsi entro i “nuovi”  30 giorni del periodo di mora, rimarranno a carico della predente assicurazione.

Altre novità prevista dal decreto “Cura Italia” è il prolungamento dei termini di 60 giorni per la formulazione dell’offerta o per la comunicazione dei motivi della mancata offerta a favore delle compagnie assicurative che gestiranno i sinistri stradali in regime ordinario e non in indennizzo diretto (vedi articolo https://www.assistenzalegalesinistri.it/blog/indennizzo-diretto-e-rc-auto/ ).

Pertanto in caso di sinistro con soli danni materiali a seguito della produzione di un modello Cai doppia firma (oltre che dell’invio della formale lettera di messa in mora completa ai sensi di legge) il termine di legge passerà dagli attuali 30 a 90 giorni, in assenza di modello Cai doppia firma dagli attuali 60 a 120 giorni, in caso di lesioni il termine passerà da 90 a 150 giorni.